Caffè al Ginseng, un’ottima alternativa all’espresso

CATEGORIA Guide
Caffè al Ginseng, un’ottima alternativa all’espresso

L’offerta di bar e attività si è diversificata tanto nell’ultimo periodo, soprattutto in Italia, vera e propria patria dell’espresso. A dare questa piacevole scossa è stato il caffè al ginseng, una bevanda dal nome e dall’origine piuttosto esotica che ha saputo conquistare il cuore dei clienti più esigenti e di coloro che hanno sempre desiderato un’energetica alternativa all’espresso.


La pianta e le sue origini

La radice, diffusa in Nord America e nell’estremo oriente asiatico, è stata per secoli conosciuta dai cinesi per le sue proprietà benefiche. La credenza popolare di avere a che fare con una pianta dai poteri terapeutici ha portato verso l’uso comune della parola ginseng, il cui significato letterale è “radice dell’uomo”.

Si tratta di una particolare pianta antropomorfa dotata di foglie palmate, bacche rosse e fiori ad ombrello. Raggiunti i 6 anni di età, si può raccogliere la radice, una delle parti più utilizzate.


Tutti i benefici del Caffè al Ginseng

Il ginseng ha un’azione tonica ed energizzante su tutto l’organismo. Aiuta infatti a migliorare notevolmente le performance fisiche, adattando il corpo a diversi sforzi e riducendo notevolmente la sensazione di stanchezza. In ginseng inoltre, grazie alle sue proprietà, favorisce la concentrazione e la stimola le difese immunitarie. E’ adatto infine per tutti coloro che vogliono limitare l’assunzione di caffeina, la percentuale in esso contenuta è inferiore rispetto ad un normale espresso.



Conosciamo meglio questo prodotto

Il caffè al ginseng viene realizzato miscelando i chicchi o la polvere di caffè con la radice della pianta, riconoscibile grazie al suo colore tenue ed al suo sapore leggermente piccante.

Non esiste una particolare ricetta capace di identificare questo prodotto, ma sono presenti alcuni elementi che ricorrono nelle diverse versioni in commercio ed in quella del Gruppo Portioli:

  • Zucchero
  • Caffè
  • Estratto secco di ginseng
  • Crema di latte in polvere

  • Il Gruppo Portioli propone un caffè Gluten Free e privo di grassi idrogenati, senza olio di palma e Ogm. Il prodotto è disponibile nella busta di caffè liofilizzato per i bar da 500gr, che insieme all'orzo completa la linea “Espresso Natura”. Per gustare al meglio questo prodotto si utilizza la speciale orziera compatta, elegante e funzionale. Dotata di retro-illuminato e contenitori estraibili. Completano il servizio le tazze in vetro personalizzate Portioli e ed il menù da bancone che aiuta e agevola la scelta del cliente.

    In tazzina, il prodotto si presenta con un aspetto simile a quello del caffelatte, caratterizzato da una tipica crema che sprigiona l’aroma inconfondibile. Il sapore è dolce, con note di nocciola e caramello sostenute dal gusto del caffè.


    Usi alternativi in cucina e non solo

    Il gusto e le proprietà di questa radice hanno reso il caffè al ginseng un ingrediente speciale anche in cucina. Le ricette più fantasiose propongono infatti la preparazione di dolci e speciali pietanze, che uniscono l’aroma inconfondibile del ginseng con quello del cioccolato e della pasta.

    Dalle ciambelle al cacao, ai cheesecake a base di yogurt, questo ingrediente è capace di esprimere il meglio di sé sia in tazzina che nel forno della propria cucina. Sono ormai sempre più popolari anche i cocktail che si basano sull’uso della caratteristica radice cinese.

    Per permettere la scoperta del lato più fresco e colorato di questa pianta, Portioli propone una serie di Creativity Drinks tra cui il suo Kimono, un cocktail analcolico a base di zenzero e caffè al ginseng, decorato con gustosi dragee e servito in una capiente tazza tonda dallo stile orientale.

    Pianta terapeutica e salutare, ingrediente ideale per una gustosa alternativa all’espresso, ottimo per la preparazione di dolci e cocktail, il caffè ginseng è l’ingrediente che non può mancare sia a casa che al bar.